Tania Cagnotto regina a Torino: l’addio della grande campionessa

Torino ha ospitato i Campionati italiani indoor 2017, validi per la qualificazione ai Mondiali e agli Europei di specialità, dove Tania Cagnotto ha gareggiato per l’ultima volta.

La più grande tuffatrice italiana di tutti i tempi ha, infatti, deciso di ritirarsi dall’attività agonistica, dopo una carriera spettacolare.

Sabato 13 maggio si è laureata nuovamente campionessa italiana da 1 m, seconda Elena Bertocchi, vicecampionessa europea in carica, proprio dietro a Tania. La Monumentale di Torino ha registrato il tutto esaurito e, per l’occasione, è stato allestito anche un maxischermo, al fine di rendere fruibile in diretta ogni singolo tuffo della bolzanina. Una gara emozionante, proprio nella città natale del papà Giorgio Cagnotto, che, al termine dell’eliminatoria mattutina, la vedeva seconda in classifica, con 266 punti, dietro alla giovane Elena Bertocchi, classe 1994.

Nella finale però la musica è cambiata e già dal secondo tuffo, l’uno e mezzo indietro, la bolzanina, con un ottimo punteggio di 57,50, ha conquistato il primo posto nella classifica provvisoria. A partire dalla terza rotazione ha iniziato la ‘fuga’, grazie a un doppio e mezzo avanti da applausi, premiato con 58,50 punti. Al termine di questa fase centrale di gara ha accumulato un distacco di oltre 7 punti dalla seconda.

Uno e mezzo rovesciato carpiato, è questo l’ultimo tuffo di Tania Cagnotto, che non poteva concludere la sua carriera meglio di così: 283,40 punti per lei e ovazione del pubblico, nella città che 8 anni fa, nel 2009, in occasione dei campionati europei, l’aveva vista protagonista di una storica tripletta. Tania aveva infatti dominato nelle gare del trampolino da 1 m, da 3 m e nel sincro con Francesca Dallapè.

Così, a quasi 32 anni, si è chiuso un capitolo importante della sua vita, in cui sacrifici, determinazione e costanza sono stati elementi essenziali, ma che hanno anche saputo premiare l’atleta innumerevoli volte. Il suo palmarès, infatti, registra ben 29 medaglie europee, 10 mondiali e, dallo scorso agosto, anche 2 olimpiche, con un bronzo individuale dal trampolino 3 m e un argento in coppia con Francesca Dallapè nel sincro.

Ciliegina sulla torta è stato poi il matrimonio con Stefano Parolin, celebrato sull’isola d’Elba lo scorso 24 settembre. Grande attesa ora per il suo futuro, forse da allenatrice, sulle orme di papà Giorgio.

Lucrezia Marcosignori

____

Foto copertina: ‘roma09:bronzo per Tania’ di Bruno licenza CC-BY-SA 2.0.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *