Maker Faire Rome: Al via l’ottava edizione della fiera dell’innovazione, tutta in digitale

 

 

Il Maker Faire Rome, come tutte le manifestazioni pubbliche, ha subito dei cambiamenti rispetto alle edizioni precedenti a causa della pandemia.

il Maker Faire ritorna a Roma e, nonostante tutto, come sottolineano gli organizzatori del più grande evento europeo sull’innovazione:

È in momenti difficili come quello che stiamo vivendo che l’innovazione dà il meglio di sé, stimolando ancora di più creatività, condivisione e motivazione.

 

Ed è per questo che l’ottava edizione del MFR (prevista dal 10 al 13 dicembre) è stata riproposta in una nuova veste: da evento fisico (e a pagamento) è diventato un evento digitale e totalmente gratuito. Così, i fan di questa manifestazione potranno rispettare le regole di prevenzione del COVID 19 senza rinunciare alla creatività e all’innovazione di Maker Faire Rome.

Maker Faire

Per partecipare all’edizione di quest’anno è, quindi, necessario registrarsi sul sito ufficiale della manifestazione e inviare la propria mail. Basta questo per accedere ai servizi offerti da MFR: gli utenti potranno assistere ai progetti degli espositori e chattare con loro, partecipare a conferenze e gruppi di lavoro interattivi, seguire le dirette dei vari stand e godersi performance musicali e artistiche, anch’esse in connubio con scienza e tecnologia.

Il progetto Maker Faire nasce a San Franciso nel 2006; da allora, si è esteso fino a diventare una grande rete mondiale di eventi dedicati all’innovazione scientifica e tecnologica.

Si legge sul sito ufficiale della manifestazione:

È il luogo dove persone di tutte le età si riuniscono per mostrare ciò che stanno realizzando, dove condividono ciò che stanno imparando, dove validano i propri prototipi.

In questo contesto, la Fiera di Roma rappresenta l’unica Global Maker Faire insieme a quella statunitense. Una realtà consolidata negli anni, che è giunta all’ottava edizione con un bacino di visitatori sempre più ampio.

Maker Faire
Bovee & ThillSegui, Artificial Intelligence, used under CC License (BY-ND 2.0)
Anche quest’anno, sono molti i temi al centro dell’evento. Si va dall’Industria 4.0, all’Internet delle cose, dalla manifattura digitale all’artigianato 4.0 passando per il cibo del futuro, dalle nuove tecnologie legate all’agricoltura alla mobilità smart; e ancora riciclo e riuso, edilizia sostenibile, robotica, realtà virtuale e aumentata, salute, scienza e biotecnologie. Altro tema centrale di questa edizione è inevitabilmente legato all’importanza della tecnologia nel fronteggiare l’emergenza causata dal COVID. Gli ospiti della manifestazione, oltre che i vari espositori, racconteranno la loro esperienza nell’uso della tecnologia nella lotta al virus, mettendo a confronto i progetti sviluppati in Italia con quelli del resto d’Europa e del mondo.

Un motivo in più per seguire l’ottava edizione del Maker Faire Rome. Una fiera che, mai come quest’anno, mette al centro i grandi temi, del presente e del futuro, che riguardano da vicino la nostra quotidianità.

– Giovanni Sammarco

Feature Image: deepak palMachine Learning and Artificial Intelligence in Analytics, used under CC License (BY-ND 2.0)

Giovanni Sammarco

Nato a Roma nel 1995, nel 2018 si laurea in Scienze politiche (indirizzo “Relazioni Internazionali”) con una tesi in Storia contemporanea dal titolo “Sport e politica: un binomio ineludibile”. Nel 2020 ottiene la laurea magistrale con lode in Scienze politiche (indirizzo “Cooperazione Internazionale”) all’Università degli Studi Roma Tre, con una tesi in Storia dell’Unione Sovietica, dal titolo “L’incidente di Chernobyl e l’Italia. Politica, economia e società”. Attualmente lavora come operatore presso il Progetto Filippide, una società che si occupa di assistere persone affette da autismo in attività di carattere sportivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *