Caruso e altre storie italiane: emozioni al Teatro Vascello con la Mvula Sungani Physical Dance

Ancora danza, musica e spettacolo al Teatro Vascello di Roma dal 24 al 26 Ottobre e un omaggio a due grandi artisti della musica italiana: Lucio Dalla ed Enrico Caruso.

In occasione del trentennale dell’incisone di Caruso, brano di fama internazionale e singolo di enorme successo, scritto e musicato dal grande Lucio Dalla e dedicato a uno dei più grandi tenori a livello mondiale Enrico Caruso, il regista e coreografo italo-africano Mvula Sungani ha realizzato un nuovo progetto coreografico di grande qualità, a cui si affianca un’idea installativa/espositiva dello stesso Sungani e del visual-artist Alessandro Risuleo.

Grazie alla leggiadria dell’étoile Emanuela Bianchini e alla straordinaria bravura della Mvula Sungani Physical Dance, Caruso e altre storie italiane rende omaggio all’Italia, in particolar modo a Sorrento e a due artisti che l’hanno resa terra di grande rispetto nel mondo, Lucio Dalla ed Enrico Caruso per l’appunto.

Noi di E-goTimes abbiamo assistito alla replica di Mercoledì 25 Ottobre e siamo rimasti affascinati dalla bellezza del lavoro coreografico di Sungani, ma anche dal fondamentale contributo della musica.

La magia di Sorrento, i ricordi e la nostalgia legati a questa terra, sono stati rievocati grazie alle arie d’opera cantate da Caruso, alle canzoni interpretate da Dalla unite alla world music eseguita dal vivo dal noto ensemble siciliano Unavantaluna.

Un mix di note emotive ci hanno riportato indietro nel tempo, facendoci apprezzare moltissimo il lavoro magistrale dei ballerini.

La physical dance portata in scena dagli artisti professionisti di Sungani è una tecnica di danza contemporanea nata in Italia e riconosciuta a livello internazionale e si basa su punti di forza quali energia, grande tecnica, forza, dinamica ed espressività.

Il tutto completato dalla meravigliosa trama musicale e dall’alternanza di quadri evocativi con quadri moderni.

Inutile commentare i professionisti. Gli assoli dell’ètoile Emanuela Bianchini e del suo partner erano semplicemente perfetti, grazie alla loro statuaria fisicità e alla loro professionalità.

Perfette anche le movenze coreografiche del resto della Mvula Sungani Physical Dance, compagnia di matrice contemporanea dalla personalissima tecnica, in cui fortissime e solide basi classiche si uniscono alla ricerca contemporanea per perfezionarsi nelle tecniche circensi.

Un applauso sentito è andato anche alla band siciliana, che ha accompagnato lo spettacolo con freschezza, allegria e sentimento.

Lo spettacolo è stato realizzato con il sostegno del MIBACT – Direzione Generale Spettacolo, il patrocinio ed il sostegno del Comune di Sorrento, della Fondazione Lucio Dalla e della Fondazione ILICA di New York.

Ringraziamo il Teatro Vascello per aver offerto ai suoi spettatori piacevoli serate in cui l’arte in tutte le sue forme è la grande protagonista.

Sara Tiso

______________________

Immagine di copertina gentilmente concessa dall’Ufficio Stampa del Teatro Vascello

Immagini all’interno dell’articolo di Sara Tiso

Per altri approfondimenti sulla rassegna di danza del Teatro Vascello clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *