CCC: wanted dead or alive

Dal passato, quando infrangevano per lo più regole dettate da spietati sovrani, ai giorni nostri, in cui a essere infrante sono le regole che le comunità stabiliscono a garanzia del quieto vivere, che piaccia o meno, i fuorilegge colpiscono l’immaginario di tutta quella parte di società che, al contrario, vive al di sotto della legge.

Ve ne sono stati tanti e le gesta dei più iconici sono state immortalate su cellulosa o hanno ispirato la creatività di grandi registi. Non poteva dunque mancare all’interno della nostra rubrica un appuntamento riservato a questo tema la cui trattazione è, come sempre, unicamente possibile grazie al genio dei nostri bartenders.

Vediamo allora la prima delle due creazioni che proponiamo quest’oggi, il drink Outlaw ispirato al film Lawless di John Hillcoat. Il creatore, Ugo Acampora, del Twins, cocktail, wine, coffee di Napoli, spiega che il cocktail è una semplice ma innovativa rivisitazione del New York Sour.

Alla ricetta originale si sostituisce il rye whisky con Jim Beam, un bourbon, che vuol dire Famiglia, grazie al lancio della campagna #TheFamily, una challenge della durata di un anno che coinvolge quindici cocktail bar italiani su Instagram. È stato inoltre inserito succo di agrumi e uno sciroppo per bilanciarlo e sostituito il classico vino rosso con l’Elixir Falernum della distilleria Petrone, ricollegando il tutto alla leggenda dell’immortalità dei fratelli Bondurant. I fratelli, protagonisti della pellicola e magistralmente interpretati da Shia LaBeouf, Tom Hardy e Jason Clark, erano dei produttori clandestini di whiskey leggendari, al punto da essere considerati quasi immortali. Nella Virginia dei primi anni del Proibizionismo, i fratelli distillano e vendono clandestinamente alcolici, prima fuori città, senza immischiarsi con i gangster che si ammazzano tra loro per le strade, quindi, alzando il rischio e il tenore degli affari.

Diamo insieme uno sguardo a ingredienti e preparazione:

  • 5 cl di bourbon Jim Beam
  • 2cl di mix succo di agrumi (limone, arancia, pompelmo)
  • 2 cl di sherbet alla camomilla
  • 2 cl di Elixir Falernum

Quanto alla preparazione il barman suggerisce l’utilizzo della tecnica mix & pour e di versare tutti gli ingredienti eccetto l’Elixir Falernum all’interno di un Boston shaker con ghiaccio tritato, di versare quindi il tutto all’interno del bicchiere fantasy e di aggiungere, infine, l’Elixir facendolo affondare.

Il secondo cocktail che presentiamo è invece ispirato a un grande classico firmato Brian De Palma, Scarface, la storia del gangster Tony Montana, interpretato da Al Pacino.

Il drink, creato a quattro mani da Simone Lancia e Christian Felice, barmen del Ristorante Madre di Roma, si chiama Trader’s Fizz, nome particolare figlio della combinazione tra il nome di uno degli inventori dei Tiki cocktail, Trader Vic, e il celebre cocktail Gin Fizz.  In questo drink la ricetta storica incontra la cultura Tiki, i prodotti, la cultura e le tradizioni dei Caraibi che, in un viaggio tra Cuba e l’America proprio come Tony Montana, che, scappato da Cuba come rifugiato politico, sbarca in America diventando uno dei più pericolosi gangster di Miami.

Veniamo a ricetta e preparazione:

  • 50 ml Fifty Pounds London Dry Gin
  • 20 ml sciroppo di papaya e liquirizia
  • 15ml Falernum homemade
  • 30 ml succo di limone
  • 15 ml albume
  • 3 dash Peychaud bitter
  • 2 dash Lavander bitter
  • Soda

Vediamo dunque la preparazione da svolgere con la tecnica shake & double strain: pur essendoci l’albume effettuare una sola shakerata, dando maggior volume all’albume con la parte frizzantina della soda finale. Come decorazione un fiore edule e semi di papaya che, essiccati, acquistano un sapore speziato simile al pepe.

Bene amici, siamo all’epilogo di un altro appuntamento che ha visto i nostri bartender cimentarsi in incredibili creazioni fuori dagli schemi, ispirati dalle vite altrettanto fuori dagli schemi, più che altro fuori dalla legge, di grandi criminali realmente esistiti o inventati come il Tony Montana di De Palma. Ci lasciamo come da tradizione con un brindisi augurale: Cin Cin Cinema a tutti e arriBeverci alla prossima!

Matteo Mastromarino

Per scoprire dissetanti cocktail a base di gin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *