FLAG: il festival delle emozioni (e cosa fare per viverle)

La cosa che conta dell’amore è l’amore!

Inizia oggi a Roma, nello spazio gestito dall’Associazione Culturale Torraccia, la rassegna culturale FLAG, ovvero il Festival della Letteratura Arcobaleno e Laboratorio di ogni Genere, un importante evento rivolto ai giovani del quartiere e a tutta la cittadinanza.

Il festival punta dritto alla diffusione della letteratura contemporanea e ha come temi centrali l’identità di genere e l’orientamento sessuale, per far sì che la conoscenza dell’altro e l’estinzione dei pregiudizi, possano finalmente divenire realtà: proprio per questo abbiamo scelto quelle che secondo noi sono le 5 tappe assolutamente da non perdere se si visita il FLAG!

Accettati

Proiezione Docufilm: L’ALTRA META’ DEL CIELO

Interviene l’autrice Maria Laura Annibali, accolta da Adriano Bartolucci Proietti

ore 21.15: Teatro: L’AMORE E’ NA CICATRICE

con la compagnia di teatro DiciannoveeVenti

Love is Love
Manda Segnali Positivi

ore 19.30: Teatro: ECCE OMO

Spettacolo a cura della compagnia teatrale Diciannove e Venti, tratto dal libro Ecce Omo: 25 Anni di Rivoluzione Gentile, di Franco Grillini e Laura Maragnani

ore 20.30: Presentazione: PROGETTO ITALIAN GAYMES – 5°Edizione

a cura di GAYCS, dipartimento LGBT di AICS

Love is Love
Sorprendersi come la prima volta

ore 19.00: Letteratura: IL MIO AMICO GAY

Incontro con l’autrice Leandra Pavoré, a cura di Emilio Sturla Furnò

a seguire: Proiezione Video: TUTTI UGUALI, TUTTI DIVERSI

Spot realizzato da Gaycs, dipartimento LGBT dell’ente AICS, per la Campagna Nazionale Contro l’Omofobia

Intervengono gli Autori e il Cast. Modera Mattia Di Tommaso

FLAG dall’alto (e a prova di selfie)

ore 19.30: Presentazione: I NUOVI CORSI 2017/2018

a cura dell’Associazione Culturale Torraccia

ore 20.00: Presentazione: LE OPERE VINCITRICI DEL “FLAG CONTEST”

Dibattito e mise en espace, a cura della compagnia teatrale DiciannoveeVenti. Moderano Mattia di Tommaso Diana Pierdicca

Love is Love
Da portare a casa

Il festival punta alla diffusione della letteratura contemporanea e ha come temi centrali l’identità di genere e l’orientamento sessuale, per far sì che la conoscenza dell’altro e l’estinzione dei pregiudizi, possano finalmente divenire realtà. L’iniziativa parte dalla convinzione che le persone (siano esse eterosessuali, omosessuali, lesbiche e transessuali), condividano esperienze similari nell’adolescenza, come in tutta la loro vita e che, messe di fronte a un vissuto comune raccontato dai protagonisti del festival Flagpossano arrivare a toccare con mano che l’altro, non è poi così diverso o distante da noi.

 

– Giuseppe Giulio

_____________

Cover image: Wokandapix con licenza CC0 Creative Commons (Pixabay)

Foto: Pixabay

Leila Tavi

Leila Tavi is a journalist specialized in Russian Politics and Culture and PhD c. in Russian History at the University of Vienna under the supervision of Prof. Andreas Kappeler. She studied Political Science in Vienna and Rome, graduating in History of Eastern Europe at Roma Tre University, with Prof. Francesco Guida and a thesis on travel reports about Saint Petersburg by West Europeans at the beginning of the XIX Century. Previously she obtained a degree in Foreign Languages, with a specialization in German Philology at the University of Rome «La Sapienza». Her new book "East of the Danube" is coming soon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *