Il fitness in ufficio: come svegliare i muscoli in 5 mosse

La sedentarietà e l’ipomobilità sono condizioni che caratterizzano ormai il nostro stile di vita, basti pensare a tutto il tempo che trascorriamo seduti in ufficio o in macchina, dedicandoci sempre meno all’attività fisica.

Questa tendenza alla sedentarietà, a lungo termine, avrà delle conseguenze molto serie sul nostro stato di salute, come una condizione di scarsa efficienza fisica e alcune patologie legate a uno scorretto stile di vita (obesità, mal di schiena, problematiche ortopediche, patologie cardiovascolari).

Di seguito vengono mostrati alcuni semplici esercizi ideali da svolgere persino sulla propria sedia in ufficio, ma che possono avere degli effetti benefici sulla salute delle nostre articolazioni e dei nostri muscoli, mantenendoli attivi e ben “lubrificati”.

Primo esercizio: dalla posizione eretta, portare le mani alle spalle ed eseguire una semplice accosciata portando il bacino verso il basso e successivamente ritornare nella posizione iniziale. L’esercizio viene eseguito per 10 volte.

Questo movimento ha lo scopo di rinforzare la muscolatura degli arti inferiori, riproducendo un’attività quotidiana come quella del sedersi e rialzarsi.

Secondo esercizio: da in piedi dietro la sedia, mani poggiate sullo schienale; flettere un ginocchio ed avvicinare il tallone al gluteo e ripetere con l’altra gamba. L’esercizio viene eseguito per 10 volte.

Questo esercizio ha lo scopo di rinforzare la muscolatura posteriore dell’arto inferiore.

Terzo esercizio: seduti, mani in presa sulla sedia, portare un ginocchio verso il petto, riabbassarlo ed eseguire con l’altra gamba. L’esercizio viene eseguito per 10 volte per gamba.

Questo esercizio ha lo scopo di rinforzare la muscolatura addominale.

Quarto esercizio: dalla posizione finale dell’esercizio precedente, stendere la gamba dopo aver portato il ginocchio al petto, dopodiché ripetere con l’altra gamba. L’esercizio viene eseguito 10 volte per gamba.

Questo esercizio ha lo scopo di rinforzare la muscolatura addominale e la muscolatura dell’arto inferiore, con una sollecitazione della mobilità articolare.

Quinto esercizio: da seduti, contemporaneamente aprire il braccio destro ed extra ruotare la gamba destra spostandola verso l’esterno; tornare e ripetere dall’altro lato. Eseguire l’esercizio 10 volte per lato.

Questo esercizio è diretto al miglioramento della mobilità delle articolazioni dell’anca e della spalla, rinforzando tutti i muscoli connessi con queste zone.

Ultimi esercizi: la sequenza finale di esercizi consiste in semplici movimenti di stretching ed allungamenti muscolari, con lo scopo di rendere più flessibili tutte quelle articolazioni che invece tendono a irrigidirsi, a causa del tempo che eccessivamente viene trascorso di fronte ad un monitor: collo, spalle e colonna vertebrale.

Simone Palazzo

Foto di copertina di Lidsey con licenza CC BY 2.0

Simone Palazzo è un Personal Trainer presso il centro sportivo “153 Sporting Club” di Roma, dove è responsabile di programmi di allenamento mirati al mantenimento o al recupero della massima efficienza fisica.

2 pensieri riguardo “Il fitness in ufficio: come svegliare i muscoli in 5 mosse

    • 27 maggio 2017 in 10:32
      Permalink

      Grazie Gabriella, condivido la tua opinione, quando Simone mi ha proposto questo tema ho pensato la stessa cosa!

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *