Intervista alla cantante Ilaria Cretaro: “Voglio sentirmi viva”

Nata con la musica nel sangue, figlia di musicisti, la giovane Ilaria Cretaro si racconta a cuore aperto.

La sua carriera da cantante inizia presto, a 9 anni la sua prima esibizione in pubblico con Non credo nei miracoli di Laura Bono. I primi studi sono iniziati nella scuola Sonoria.

Dal C.E.T. di Mogol passando all’incontro con Beppe Carletti fino alla collaborazione con i Nomadi, la venticinquenne ciociara si trova ora a vivere una rivoluzione musicale, ed è proprio di questo che vuole parlarci.

Ti vediamo tanto euforica, cosa sta succedendo?
Con la gioia nel cuore voglio annunciarvi l’uscita del mio quinto singolo “Se potessi”, che vi racconta una storia autobiografica. Reputo questo nuovo lavoro un qualcosa di estremamente importante per me, una rinascita….e lo sarà doppiamente visto il periodo che noi tutti stiamo attraversando.

Tempo fa ci parlavi di una Ilaria diversa, raccontaci.
Davanti a microfoni e ai giornalisti mi sono raccontata tante volte, così come in qualche recente intervista ho parlato di una nuova collaborazione e di un nuovo genere. Mai ho detto di passare al rock, spesso era la mia anima a sentirsi tale, ma l’idea iniziale del cambiamento che mi era stato proposto, era di intraprendere la strada dance-pop. Ho sempre ascoltato le mie emozioni e il fatto di lavorare un qualcosa che con il tempo ha ingrigito le mie aspettative, mi ha fatto capire di non essere sul percorso giusto. Da testarda, mi sono messa alla ricerca cercando chi mi facesse sentire “viva”.

Pensi quindi di dover chiedere scusa ai tuoi fan?
Beh non proprio… Penso che il cambiamento diventi tale solo dopo averlo percorso realmente dentro di noi. Ho capito che non ho bisogno di cambiare per nessuno e che per arrivare ai loro cuori non devo fare altro che essere me stessa.

Chi sta seguendo ora i tuoi progetti canori?
Ai tempi del mio studio al C.E.T. di Mogol ho conosciuto Massimo Satta ed è con lui che oggi sto dando vita ai miei nuovi progetti. Fin da subito mi ha trasmesso il suo amore per il lavoro e con tanto entusiasmo sta tirando fuori la vera Ilaria che è in me.

Cosa sogni per il tuo futuro?
Sogno il seguito del progetto con Massimo Satta che farà di me una vecchia Ilaria rivisitata nel 2020.

Un’ultima domanda… Musicalmente, come stai vivendo questo periodo a casa?
Come tutti i miei colleghi….tanta musica ad alto volume!

– Francesco Evangelisti

_____________________________________________________________________________________________________________

Leggi il nostro post sull’ultimo video di Virginio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *