Lucca Changes: il festival del fumetto propone un’edizione 2020 con eventi live e dirette streaming

Lucca Changes ritorna per il pubblico di appassionati di fumetti con una nuova formula per il 2020, nel rispetto dell’ultimo DPCM, rimodulando gli eventi live che si terranno a Lucca.

Lucca Crea (società organizzatrice di Lucca Comics & Games) ha portato a conoscenza delle Autorità di Pubblica Sicurezza (Prefettura e Questura) le nuove modalità con cui si svolgeranno le attività nel centro storico: piazza del Giglio diventerà ancora di più il fulcro del festival, gli spettacoli e gli incontri infatti, si terranno solo all’interno delle tre Sale Teatrali e Cinematografiche (Teatro del Giglio, Teatro San Girolamo e Cinema Astra) riducendo da dieci a tre il numero delle sale, escludendo come da ultimi dispositivi le sale convegno.

Sempre nell’ottica di un’applicazione delle norme in maniera conservativa, in modo da interpretare strettamente gli intenti del legislatore, non avranno luogo il Cosplay Palace e il Pop-Up Store, ma sarà possibile trovare le principali novità editoriali all’interno dei negozi degli storici partner dell’evento: Il Collezionista (piazza San Giusto e via San Paolino) per fumetti e gadgettistica, Dungeon Store (via Pisana Sant’Anna) invece coprirà il comparto ludico.

Nello store online di Inuit Bologna sarà disponibile tutta la selezione di titoli dell’autoproduzione e della microeditoria italiana e straniera.
Resta confermata la mostra Dream On a Palazzo Ducale (inaugurazione spostata dal 24 ottobre al 29 ottobre), mentre Casa Rodari (prevista inizialmente a Villa Bottini) prenderà corpo sia a Lucca che sul web. A Lucca si terranno la mostra, negli spazi della Ex-Cavallerizza, e due spettacoli in programma domenica 1° novembre al Teatro del Giglio: Dodò e l’avventura spaziale, a cura di RAI Ragazzi, alle ore 14 e La freccia azzurra, con Ascanio Celestini, alle 21:00. Le attività di formazione e gli incontri con gli autori saranno invece disponibili in forma di webinar e in streaming. Sia Dream On a Palazzo Ducale sia la mostra Rodari 100 saranno visitabili soltanto dai possessori di un biglietto per gli incontri in programma. La visita dovrà essere effettuata nel medesimo giorno dello spettacolo goduto.

Cambia quindi anche la biglietteria: saranno rimborsati i biglietti degli incontri cancellati che non si terranno più dal vivo in presenza e quelli del Pop-Up Store a Lucca, mentre chi aveva acquistato il biglietto delle mostre sarà contattato dall’organizzazione per conoscere le nuove modalità di fruizione delle mostre e per valutare la possibilità di rimborso oppure la possibilità di effettuare un cambio. Inoltre, a titolo compensativo, chiunque richiederà il rimborso per gli eventi cancellati avrà diritto all’acquisto del biglietto ridotto per l’edizione 2021 di Lucca Comics & Games. Questa facilitazione sarà inoltre estesa anche a tutti coloro che hanno acquistato il Campfire Pass 2020 di Lucca Changes (utile ad accedere alle attività esclusive organizzate nei campfire, ad oggi non più garantite).

Rimane intatta la rete dei 115 campfire (i negozi specializzati, le fumetterie e le librerie indipendenti che hanno deciso di diventare degli avamposti locali del festival) con la ricca offerta di uscite, anteprime di prodotto e di attività, necessariamente limitate alla luce delle nuove normative.

Lucca Changes, dunque, continua ad adattarsi alla mutevolezza del periodo e il sito aggregherà tutta l’offerta digitale trasmessa attraverso le più note piattaforme di streaming e il palinsesto dei contenuti festivalieri proposti da RAI. Appuntamento quindi per gli appassionati di fumetti dal 29 ottobre al 1° novembre con Lucca Changes.

Leila Tavi

Leila Tavi is a journalist specialized in Russian Politics and Culture and PhD c. in Russian History at the University of Vienna under the supervision of Prof. Andreas Kappeler. She studied Political Science in Vienna and Rome, graduating in History of Eastern Europe at Roma Tre University, with Prof. Francesco Guida and a thesis on travel reports about Saint Petersburg by West Europeans at the beginning of the XIX Century. Previously she obtained a degree in Foreign Languages, with a specialization in German Philology at the University of Rome «La Sapienza». Her new book "East of the Danube" is coming soon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *