La moda etica di Cangiari: l’antica tessitura rivive in un progetto per il riscatto della Calabria

 

Cangiari significa in dialetto calabrese ‘cambiare’ e la sua principale caratteristica è di unire alla ricerca d’innovazione nella moda, l’antica tradizione della tessitura di origine grecanico-bizantina, una tecnica molto particolare, che vedeva tramandarsi durante i secoli, da tessitrice a tessitrice, trama e ordito attraverso il canto.

Il brand calabrese di alta moda  è stato presentato il 24 settembre 2009, nell’ambito della Fashion Week di Milano, come primo marchio di moda eco-etica di fascia alta in Italia. Il debutto è avvenuto nel chiostro del Museo del Risorgimento in Brera a Milano.

Le cooperative sociali del gruppo GOEL, a cui appartiene il brand, danno la possibilità a giovani donne della Locride e della Piana di Gioia Tauro d’imparare l’antica arte della tessitura. La mission dell’impresa sociale è affrancare e riscattare le comunità locali. Il nome “GOEL” ha radici bibliche, significa “liberatore”, “riscattatore”, da qui lo slogan del brand “Liberare la Calabria“.

In aggiunta a Cangiari, il Gruppo amministra numerose altre attività nriei seguenti setto: turismo responsabile, agricoltura biologica, sviluppo locale, multimedialità, servizi sociali e sanitari. GOEL si è apertamente schierato contro tutti i fenomeni criminali che ledono la dignità della persona. Combatte sul campo lo strapotere della ‘Ndrangheta e delle massonerie deviate in Calabria e nel resto d’Italia. Dal 1° marzo 2008 GOEL ha stilato un manifesto dell’Alleanza per la Locride e la Calabria. Al manifesto hanno finora aderito oltre 3.000 persone e circa 740 tra enti e organizzazioni, con l’intento di contrastare il dilagare della criminalità organizzata in Italia grazie a innovativi progetti di sviluppo industriale sostenibile.

La Locride, un’area della provincia di Regio Calabria che si affaccia sullo Jonio, è tristemente nota ancora oggi per essere una roccaforte della ‘Ndràngheta e il tasso di disoccupazione giovanile è altissimo. Cangiari rappresenta una risposta culturale di cambiamento al territorio forte, attraverso iniziative imprenditoriali che si basano sull’etica, rifiutando il sistema contra legem radicato nella Regione Calabria, e sulla sostenibilità ambientale, utilizzando esclusivamente materiali e colorazioni biologiche.

Un progetto affascinante che è, allo stesso tempo, un tentativo di riscatto identitario e di tutela di una trazione millenaria.

Leila Tavi

_____________

Foto di copertina: courtesy Zoe Models

Video dal canale ufficiale YouTube di Cangiari

 

Leila Tavi

Leila Tavi is a journalist specialized in Russian Politics and Culture and PhD c. in Russian History at the University of Vienna under the supervision of Prof. Andreas Kappeler. She studied Political Science in Vienna and Rome, graduating in History of Eastern Europe at Roma Tre University, with Prof. Francesco Guida and a thesis on travel reports about Saint Petersburg by West Europeans at the beginning of the XIX Century. Previously she obtained a degree in Foreign Languages, with a specialization in German Philology at the University of Rome «La Sapienza». Her new book "East of the Danube" is coming soon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *