“Obiettivo Terra”: il tempo stringe. Ancora pochi giorni per partecipare al concorso

Torna il concorso fotografico promosso dalla Fondazione UniVerde e la Società Geografica Italiana Onlus “Obiettivo Terra”, giunto ormai alla sua ottava edizione. Come ogni anno, il tema sarà quello della valorizzazione e della difesa dell’inestimabile patrimonio dei Parchi Nazionali e Regionali italiani, che sono anche il soggetto fotografico del concorso. Sono numerosi i premi in palio, a partire da quello in denaro per il vincitore, che verrà proclamato in occasione della Giornata Mondiale della Terra istituita dall’Onu nel 1970 e celebrata da allora ogni il 22 Aprile.

“Obiettivo Terra” nasce con l’intento di valorizzare e sottolineare l’importanza delle aree protette del nostro Paese, patrimonio ambientale del paesaggio e della biodiversità. Il contest si propone inoltre di promuovere un turismo sostenibile e responsabile, capace di permettere di godere delle bellezze dei luoghi, pur mantenendo inalterate le tradizioni locali agricole, artigianali o storico-culturali e che possa favorire lo sviluppo delle comunità coinvolte.

Il Presidente della Fondazione UniVerde, ed ex ministro dell’Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, ha sottolineato l’importanza di riscoprire un nuovo modo fare turismo, che sia sostenibile, e i parchi naturali sono un luogo privilegiato per questo tipo di attività. Tema, quello della sostenibilità anche nel viaggio, che non riguarda solo il nostro Paese, ma che è divenuto ormai centrale a livello globale, dato che l’Onu ha dedicato il 2017 proprio al turismo sostenibile.

Questo concorso, secondo Filippo Bencardino, Presidente della Società Geografica Italiana, “rappresenta uno strumento importante per tutelare e far conoscere le bellezze naturali dell’Italia, perché le nostre risorse ambientali devono essere protette e garantite”. E la cosa pare funzionare, visto il sempre crescente numero dei partecipanti.

Il concorso è aperto a tutti, basta semplicemente registrarsi sul portale www.obiettivoterra.eu (in cui è riportato il regolamento completo) entro il 21 marzo ed inviare un’unica foto a colori su un Parco Nazionale o Regionale. Al vincitore verrà riconosciuto un premio in denaro, ma anche a possibilità di esporre lo scatto selezionato su una maxi affissione a Roma. Non solo, anche quest’anno sono state previste delle categorie per conferire delle menzioni speciali tutte da scoprire.

 

In copertina “Parco Naturale Regionale Molentargius –Saline, in Sardegna” di Carlo Soro. Vincitore di “Obiettivo Terra 2016”

Un pensiero riguardo ““Obiettivo Terra”: il tempo stringe. Ancora pochi giorni per partecipare al concorso

  • 22 marzo 2017 in 15:21
    Permalink

    Hi, we are open to any suggestion and we are searching for journalists who can write in a standard English. You can subscribe to our magazine by clicking on the popup which appears in our homepage. Have a nice day

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *