7 Crimini: la truffa

Tunué in un periodo in cui la graphic novel è sempre più protagonista del mercato stupisce tutti con una bella, e intelligente, iniziativa editoriale: 7 crimini.

 

Una serie “crime” che si compone di 7 volumi, ognuno dedicato ad uno dei 7 crimini esemplari.

 

In questo primo volume il tema è “La truffa”.

La protagonista di questo primo episodio è una bella truffatrice, Greta Milton, attraverso i suoi occhi possiamo vedere come si muove una truffatrice professionista, come si organizza, quanti e quali persone devono far parte della banda per rendere il “colpo” un successo. Questo “caso” ci viene introdotto da un magistrato, che in un momento di relax con gli amici, ci racconta la stupefacente storia di Greta.

 

La bella Greta sfruttando la sua avvenenza cercherà di ordire una complicata truffa, coadiuvata da vari complici, per irretire il giovane ed ingenuo Mario. Ovviamente, come ogni storia che si rispetti, ci saranno colpi di scena a profusione.

 

Gli autori di 7 Crimini sono ben 4: Centomo, Sciarretta, Caluri e Caselli. Inoltre, ogni volume è arricchito da un apparato giuridico\storico molto interessante e ben realizzato. Gli extra sono realizzati da esperti di diritto e giuristi, che hanno anche contribuito alla stesura della sceneggiatura.

 

Lo stile grafico di 7 Crimini è molto accattivante, i disegni di Caselli si adattano perfettamente al mood della storia. I disegni del prologo, opera di Caluri, si caratterizzano per l’ottimo storytelling e l’attenzione nei dettagli.

 

Innovare con una proposta cosi originale in libreria\fumetteria è un grande merito per Tunué che non si è tirata indietro e ha proposto in un mercato sempre più manga dipendente una collana che fa dell’intelligenza e dei contenuti il suo punto di forza.

 

Spero che Tunué con questa iniziativa faccia da apri pista e apra la strada per proposta che fanno dell’approfondimento e della cultura il proprio cavallo di battaglia.

 

In un mercato dominato da youtuber e influencer che si improvvisano fumettisti (spesso mettendo solo la firma) questa iniziativa di Tunué dimostra che il fumetto può essere un canale di divulgazione culturale di grande importanza e di primissimo livello.

 

 

 

 

Renato Umberto Ruffino

Giornalista, sceneggiatore, editore. Laureato in Scienze politiche presso l'Università degli studi di Roma 3. Fonda e dirige la Prankster Comics. Collabora con Aurea editoriale su Skorpio e Lanciostory.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *