Cin Cin Cinema: tre modi di interpretare il Brandy Cardenal Mendoza

Iniziando con Game of Thrones, passando per Cobra e arrivando a Pane, Amore e… tre nuovi cockatils e interpretazioni del Brandy Cardenal Mendoza.

Una professione nata a seguito di un film che è passato alla storia, durante il quale Tom Cruise interpreta il ruolo di un barman, da lì ha origine la bartendermania, il piacere di servire un buon cocktail, di realizzare sogni e farli gustare alla gente.

Unione di due mondi creativi e di grande carattere morale: il cinema e il mestiere del barman.

Anche per questa settimana, così, con la rubrica Cin Cin Cinema troviamo connessioni e andiamo a vedere il lato creativo dell’arte della mixology con tre nuovi cocktails.

Iniziamo

Il primo drink “Latte di Papavero” prende ispirazione da una delle series più seguite del momento Game of Thrones, creata da David Benioff e D.B. Weiss nel 2011.

DRINK: LATTE DI PAPAVERO

CCCinema
Barman: Giorgio Morino

CCCinema

Ingredienti:
3 cl brandy Cardenal Mendoza
2 cl mezcal Los Siete Misterios
1,5 cl Honey Whiskey
4,5 cl orzata ai semi di papavero homemade (200g di semi di papavero, 200g zucchero, 200g acqua)

Bicchiere: Mini tumbler

Preparazione:
Versare tutti gli ingredienti in uno shaker, shakerare energicamente e versare nel bicchiere mini tumbler, senza ghiaccio e senza guarnizioni.


Ispirazione:
L’ispirazione del drink arriva direttamente dal mondo di Westeros, creato nei libri scritti da George R.R. Martin, dove il latte di papavero è un anestetico usato per alleviare i dolori fisici.

Il bar è un luogo in cui poter abbandonare i propri problemi fuori dalla porta: da qui l’idea per il drink, dove il tenore alcolico, abbastanza sostenuto, viene alleviato dall’orzata fatta in casa. Una celebrazione dei romanzi e una serie tv che hanno segnato questa generazione.

Torniamo indietro di qualche anno, epoca e tendenza, il secondo drink ha come ispirazione un film del 1986 di George Pan Cosmatos, Cobra.

DRINK: COBRA

CCCinema

Barman: Andrea Esposito, bartender dell’Hotel Hassler di Roma

CCCinema

Ingredienti:
3,5 cl Brandy Cardenal Mendoza Solera Gran Reserva
1 cl Assenzio Versinthe
1,5 cl St. Germain
1 cl miele di acacia

Bicchiere: Old Fashioned
Garnish: ramoscello di menta e oro alimentare

Preparazione:
Versare tutti gli ingredienti nello shaker con ghiaccio e servire in un bicchiere Old Fashioned colmo di ghiaccio. Guarnire con un ramoscello di menta e una spolverata di oro alimentare per rendere il drink ancora più prezioso.

Ispirazione:

Questo drink prende ispirazione dal film Cobra, interpretato da Sylvester Stallone, che impersona il personaggio di Marion Cobretti, in una Los Angeles terrorizzata da criminali psicopatici. Toccherà a lui proteggere la testimone di cui si innamora. Non sarà un compito semplice, perché dovrà vedersela anche con nemici in casa. Riuscirà nella sua missione, dopo varie vicissitudini, a uscirne vittorioso.

Come sempre nei personaggi di Stallone, l’anima dolce si percepisce nel drink dai sentori del miele e del liquore al sambuco, ma con un deciso carattere dovuto all’assenzio Versinthe e al Brandy lo spagnolo Cardenal Mendoza, uno dei brandy più conosciuti al mondo, elegante, profondo e con sentori di frutta amalgamati ai ricordi del rovere della botte dopo oltre 15 anni di invecchiamento.

La terza e ultima versione che vogliamo proporre si ispira al film di Dino Risi Pane, Amore e… del 1955.

DRINK: BREADY CRUSTA

CCCinema
Bartender: Sabina Yausheva,  bartender del Bar Julep dell’Hotel de la Ville di Roma

Ingredienti:

4,5 cl brandy Cardenal Mendoza
1,5 cl Limoncello Pallini
2 gocce di angostura
1 cucchiaino di sciroppo di zucchero
Top di Champagne Jacquart
Aroma alla crosta di pane

Garnish: zucchero semolato e crosta di pane

 

Preparazione:
Preparare precedentemente un bicchiere con una linea di crosta di pane e una di zucchero. Mettere in frigo per freddarlo durante la preparazione del cocktail. Quindi versare in uno shaker il brandy Cardenal Mendoza, il Limoncello Pallini, le gocce di angostura e un cucchiaino di sciroppo di zucchero. Agitare energicamente per una decina di secondi, quindi, con un passino e uno strainer, versare il contenuto nel bicchiere. Una volta completato, aggiungere un top di Champagne Jacquart e infine spruzzare l’aroma alla crosta di pane.


Ispirazione:

Ispirato al film di Dino Risi, terzo film della tetralogia Pane, amore e… ambientato a Sorrento, dove il maresciallo Antonio Carotenuto, interpretato da Vittorio de Sica, è convocato per dirigere la locale stazione dei vigili urbani. Sarà Donna Violante, sua fidanzata, a ospitarlo in casa, proprio come lo champagne fa da padrona al concetto di benvenuto. L’attenzione del maresciallo è\catturata da una bellissima Sophia Loren, una pescivendola di Sorrento, alla quale non si può che attribuire il Limoncello Pallini.

Dopo una serie di peripezie in questo triangolo amoroso, Antonio Carotenuto si vedrà costretto a lasciare la Costiera Amalfitana per partire verso la penisola iberica, ed ecco che entra in gioco il brandy Cardenal Mendoza. Vogliamo ricordare anche il pane, come da titolo del film, che ci verrà riportato alla mente con uno spruzzo di aroma alla crusta di pane.

 Termina qui l’appuntamento di oggi con il Cin Cin Cinema, abbiamo scoperto stravaganti ricette dove il protagonista indiscusso è stato il brandy Cardenal Mendoza, in un viaggio tra storia del cinema e innovazione, curiosi di entrare in un altro episodio? Bene e allora ci leggiamo alla prossima.

Cecilia Mostacci


Featured Image: by Cecilia Mostacci, with Canva and copyrightfree

Other Image Credits: Courtesy Carlo Dutto Press.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *