Iosonouncane: il live a Villa Ada incontra il mondo

Iosonouncane si esibisce di nuovo dal vivo a Roma nella splendida cornice di Villa Ada.

Tra le betulle che caratterizzano l’isola della Villa, il 23 luglio si è tenuto il concerto dell’artista sardo IOSONOUNCANE (Jacopo Incani).

Un concerto decisamente d’effetto, che riprende le sonorità del nuovo album IRA. La sua nuova produzione esce dopo anni di silenzio (DIE, l’album precedente, uscì nel 2015).

Cover di IRA (2021)

IRA è un’opera vera e propria, non un semplice raggruppamento di canzoni a cui si è abituati. Sicuramente una boccata d’aria nel panorama della musica Italiana, portando coraggio di sperimentare, novità, coralità.

IRA è un’opera e come tale va ascoltata e riascoltata, analizzata e gustata. Come il vino,  che migliora con il tempo, più la si ascolti, più guadagna valore e si riescono a cogliere nuove e diverse sfumature.

Il live è una diretta conseguenza dell’album. Così come per The Wall dei Pink Floyd, che prevedeva uno spettacolo ben delineato, Iosonouncane ti porta per mano in un viaggio psichedelico di luci, colori, fumi e musica. Musica suonata da tre console.

Ci si aspettava di vedere una chitarra, ma la delusione non è neanche stata contemplata. L’effetto finale è stato una bomba ad orologeria che ha portato gli spettatori ad evadere per due ore e mezza e rimanere assuefatti da questo viaggio musicale.

Quest’anno il festival si rinnova. Dal motto “la musica che cura” fino all’impronta fortemente sostenibile. Infatti, entrando al festival ci si imbatte in alcune iniziative come “amico bicchiere”,  consiste nel non usare bicchieri usa e getta, sfruttando dei punti di riconsegna dei bicchieri usati.

Letteralmente la musica che cura.

di Alessandro Ascenzi

Villa Ada

Villa Ada incontra il mondo è un festival che si tiene ogni estate sull’isola del laghetto del parco e dove è possibile poter ascoltare diversi artisti.

Dopo lo stop dello scorso anno a causa della pandemia di SARS COVID-19, l’evento annuale che caratterizza l’estate di Villa Ada ha ripreso in gran regime!

Per quanto riguarda il distanziamento, è garantito egregiamente, grazie al numero ridotto di spettatori e ai soli posti a sedere accessibili dal pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *