La tavola delle feste è tutta salute!

Ed eccoci a Natale e alla serie di pranzi e cenoni in famiglia o con gli amici tipici di questo periodo: un tour de force mangereccio che per molti rischia di vanificare in una sola intensa settimana risultati ottenuti in mesi di dieta. E se invece riuscissimo a conciliare i piaceri della tavola natalizia con la salute e il mantenimento del peso forma? Per fortuna viviamo nel paese della dieta mediterranea, patrimonio dell’Unesco, e molti nostri piatti della tradizione sono una miniera di nutrienti indispensabili per il nostro benessere.

Prendiamo ad esempio la cena di Natale in cui il principe della tavola è il pesce, ricco di grassi “buoni”, gli omega 3: dal salmone sulle tartine dell’ antipasto, all’astice di un appetitoso piatto di linguine, ai gamberi, ai calamari, al tonno fresco per condire degli spaghetti insieme a filetti di pomodoro (fonte di licopene), all’orata, al dentice magari al cartoccio (per preservarne le proprietà nutritive). Accompagnamo i piatti con una insalatina mista fresca con tutti i colori che la stagione invernale ci offre: il verde della cappuccina e della lattuga romana, il rosso dei ravanelli, l’arancio delle carote, il bianco dei finocchi ed ecco che facciamo anche un carico di preziosissime vitamine. Non dimentichiamo di condire il tutto con olio extravergine di oliva di qualità e possibilmente italiano. Portiamo a tavola la frutta secca a guscio, ricca di acidi grassi insaturi, vitamine e sali minerali e perché no, concediamoci qualche quadretto di buon cioccolato fondente.

E a Capodanno? Ci sono le lenticchie che si dice portino guadagno, ma chi ci guadagna è prima di tutto la nostra salute, visto l’elevato valore nutrizionale di questo legume. E se poi, per seguire la tradizione ci scappa una fettina di cotechino, non è un dramma: approfittiamo del tempo libero per una bella passeggiata e rilassiamoci perché, dopotutto, le feste non durano in eterno!

Leila Tavi

Leila Tavi is a journalist specialized in Russian Politics and Culture and PhD c. in Russian History at the University of Vienna under the supervision of Prof. Andreas Kappeler. She studied Political Science in Vienna and Rome, graduating in History of Eastern Europe at Roma Tre University, with Prof. Francesco Guida and a thesis on travel reports about Saint Petersburg by West Europeans at the beginning of the XIX Century. Previously she obtained a degree in Foreign Languages, with a specialization in German Philology at the University of Rome «La Sapienza». Her new book "East of the Danube" is coming soon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *