Roma-Genoa: una festa per Totti, una festa per tutti

 

Mister Spalletti: nell’ultima partita di Totti,  sarà una festa per lui e per l’ambiente solo portando a casa il principale obiettivo, la vittoria.

Centro Sportivo Fulvio Bernardini – Trigoria

Nella conferenza stampa che anticipa l’ultima partita della stagione e soprattutto di Francesco Totti con la maglia della sua Roma, Luciano Spalletti analizza cosi la gara di domani e il suo futuro:

Domani è prevista una grande festa, ma la squadra deve innanzitutto mantenere la concentrazione e fare la partita corretta. Mister Spalletti avverte sottolineando che se domani si dovesse fallire l’obiettivo principale della vittoria, cosa che permetterebbe la qualificazione diretta in Champions League, senza passare per le fasi preliminari “la festa la fanno a noi. Domani dobbiamo arrivare un fondo. in questa partita c’è tutto quelle che cerchiamo da un anno. La Roma deve vincere, senza accontentarsi che vinca Totti. Lui da solo non basta.

Il Napoli è ancora in corsa come la Roma per il secondo posto e questo il tecnico non lo scorda.

Ma quello che  stato senza dubbio il punto centrale della conferenza, è l’elogio generale nei confronti di Totti da parte del Mister:

Giocatore eccezionale, con qualità eccellenti. È stata una fortuna poterlo vedere giocare e segnare, anche se in tante situazioni mi sono accorto in ritardo delle sue potenzialità. L’ho visto segnare per tante volte ed è stata una fortuna. Vorrei sentirlo contento, parlando di quella che sarà la sua decisione.

Proseguendo, Spalletti ripercorre quelli che sono stati i suoi ricordi belli e brutti che lo legano a Totti:

Pensando a lui penso alla sua personalità in campo. Quando si valutano i giocatori si pensa alle doti fisiche e tecniche, ma la qualità più importante è il carattere. Una qualità importantissima per la squadra. Ci sono state volte in cui non ho condiviso appieno le sue prese di posizone.  Ma qui siamo tutti un po’ colpevoli (citando la stampa in generale. (Piccolo siparietto con D’Ubaldo). Totti è un dono che c’è stato fatto. Ed è stato fatto a tutti quelli che amano questo sport.

Il tecnico giallorosso domani darà spazio al Capitano:

Francesco giocherà un pezzo di partita, forse il pezzo di partita più importante.

Per quanto riguarda domande sul suo futuro ha risposto così:

Io domani confermo che farò il massimo per vincere. Noi remiamo dalla stessa parte, che è quella di fare più grande questa Roma e l’attenzione su questa partita qua. L’importante è essere un unico corpo e andare nella stessa direzione. Gli allenatori cambiano, sono cose che succedono. Fa parte della professione che facciamo. Non so se il prossimo anno l’allenatore cambierà. Per parlare di questo ci rincontreremo in settimana.

Prima di concludere Spalletti ha rivolto un pensiero ai tesserati che hanno avuto poco spazio in questa stagione:

Voglio ringraziare Allison, Gerson, Vermaelen. il loro contributo è stato essenziale. È una cosa che non viene così facilmente come sembra. devi far vedere che lo hai dentro. penso a loro che non giocano per colpa dell’allenatore, voglio ringraziarli e sarò sempre disponibile per loro.

 

Simone Alessandrini

______
Foto di copertina: per gentile concessione di RomaForever

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *