Verona – Roma: 3-2 Le nostre pagelle

La Roma cade contro l’Hellas Verona di Tudor. Una Roma che gioca ad ondate e che non riesce a confermare la solidità difensiva. Pesano alcuni giocatori fondamentali che  non erano  al 100% e che non sono stati in grado di incidere.

Rui Patricio 5 Colpevole sulla respinta che permette a Barak di segnare. Si riscatta su Caprari.

 

Karsdorp 5  Regala il passaggio a Pellegrini ma sulla sua fascia arrivano spesso le incursioni dell’Hellas.

 

Mancini 5 Partita disordinata. Sul gol di Caprari si perde la marcatura andando di spalle all’attaccante.

 

Ibanez 6 Una partita sufficiente. Si vede che da centrale rende meglio.

 

Calafiori 6 Sulla sua fascia non viaggiano molte emozioni. Fa il suo dovere.

 

Veretout 5,5 Avrebbe dovuto fare la differenza ma viene schiacciato all’indietro dal centrocampo dell’Hellas.

 

Cristante 5 Soffre tantissimo e sul gol di Faraoni non riesce a chiudere bene. SI sacrifica ma stavolta non basta.

 

Zaniolo 5 Non entra mai in partita. È abbastanza indisponente e impalpabile.

 

Pellegrini 7 Segna una gol da playstation ma non basta. È l’ultimo ad arrendersi.

 

Shomurodov 5 Inizia bene ma alla lunga si spenge. Meglio da subentrante

 

Abraham 6,5 Tiene alta la squadra e innesca l’autogol del Verona.

 

 

 

Sostituti

 

El Shaarawy 6 Ci mette grinta e impegno. Ma il Verona è un fortino inespugnabile.

 

Mkhitaryan 6 Cerca di inventare qualcosa, guida l’assedio finale. Si infrange sul muro gialloblu

 

Smalling SV

 

Mayoral SV

Renato Umberto Ruffino

Giornalista, sceneggiatore, editore. Laureato in Scienze politiche presso l'Università degli studi di Roma 3. Fonda e dirige la Prankster Comics. Collabora con Aurea editoriale su Skorpio e Lanciostory.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *