La calda fuga di Gennaio: Ko Phi Phi , Dubai e Punta Cana.

Di Michela Marinello.

Sogni anche tu una calda fuga dal freddo pungente e dalla “buriana”? Ti immagini di passeggiare spensieratamente su una bella spiaggia bianca o di  immergerti nelle limpide acque oceaniche?

A Gennaio si può! Metti in valigia il costume da mare, la crema solare e delle comode flip flop: si parte!

 

Prima tappa : snorkeling nel Mare delle Andamane

Si distingue tra le  isole sud-occidentali della Thailandia un piccolo paradiso tropicale dalle acque cristalline di color smeraldo: l’arcipelago di Ko Phi Phi, nel mare delle Andamane. Composto da sei diverse isole, si caratterizza per la bellezza dei promontori verdeggianti che lambiscono il paesaggio marino. Spostandoti da un’isola all’altra con le tipiche imbarcazioni thai dalla “coda lunga” (note ai turisti come long-tail boat),  puoi alternare momenti di relax nelle zone più remote  a momenti di svago tra migliaia di turisti.

Tip4Trips: Raggiungi  le isole in traghetto da Phuket (meno di due ore), Ao Nang, Phra Nang, Ko Lanta e Krabi. Si consiglia di scegliere il periodo da novembre ad aprile per evitare i monsoni.

 

L’isola più grande è Phi Phi Don, centro delle attività ricettizie di qualsiasi livello (da ostelli per backpackers  a hotel a cinque stelle) e punto di partenza per scoprire l’intero arcipelago. Prima di prenotare il tuo hotel, fai molta attenzione alla zona dell’isola in cui soggiornare. A Ton Sai  puoi trovare tanti negozi,  ristoranti, discoteche e servizi di cui hai bisogno, ma gli eccessi edilizi hanno depauperato notevolmente il paesaggio, e le stesse spiagge, troppo affollate, hanno perso il fascino originario.  Se sei alla ricerca di tranquillità, sabbia fine e mare cristallino, vale la pena scegliere l’estremità nord-est dell’isola, ed esattamente la spiaggia di Leam Thong.

Troverai qui resort lussuosi (decisamente più cari che in qualsiasi altra zona), tra palme, noci di cocco e centri massaggio in riva al mare.

Per scoprire la bellezza della flora e della fauna sottomarina lasciati guidare dagli zingari di mare (sono nomadi-pescatori non integrati con la popolazione thailandese)  che a bordo delle loro piccole  imbarcazioni ti conducono verso le isole più belle dell’arcipelago, quali Bamboo Island e Mosquito Island. A largo di queste isole disabitate puoi fare snorkeling  e vedere i fondali corallini, nuotando tra i coloratissimi pesciolini Nemo e quelli Farfalla.

Tip4Trips: Puoi contrattare facilmente la tua escursione proprio in spiaggia con uno dei tanti zingari di mare per risparmiare i costi dell’agenzia dell’hotel (sei ore in barca privata con maschera e boccaglio inclusi ti possono costare circa 50 euro).

 

Da non perdere l’escursione all’ isola Maya Bay, divenuta famosa  per le scene del film The Beach con Leonardo Di Caprio. E’ un paesaggio mozzafiato! A causa delle frotte di turisti che assediano questo parco naturale con escursioni giornaliere, è necessario arrivare alle prime luci dell’alba per godersi il risveglio della natura in un luogo veramente incantato. Prosegui, poi, ad esplorare il resto dell’isola Ko Phi Phi Leh, passando per Viking Cave, per la baia di Lo Samah e per le tante insenature tra scogliere e spiagge abitate solamente da piccole scimmiette (la famosa Monkey beach).

Sei in Thailandia, non riuscirai a smettere di sorridere.

Tip4Trips: Concediti un massaggio thai in riva al mare. Dimenticherai tutte le fatiche dell’inverno!

Sei pronto per la seconda tappa? Destinazione Dubai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *