Green Movie Fest: se la cultura ambientale diventa anche cinematografica

Il Think Green Ecofestival ha promosso il Green Movie Fest, iniziativa realizzata per sviluppare e diffondere la cultura della sostenibilità ambientale nel settore cinematografico.

Il Green Movie Fest è un evento organizzato all’interno del Think Green Ecofestival e ospitato all’interno della programmazione della Festa del Cinema di Roma. L’iniziativa, finalizzata a promuovere la cultura ambientale, si è svolta dal 30 settembre nel Parco dell’Appia Antica e le premiazioni all’Auditorium di Roma. In particolare l’obiettivo del Green Movie è quello di stimolare la consapevolezza ambientale attraverso l’arte cinematografica, strumento in grado di colpire direttamente la sensibilità del pubblico aumentando la responsabilità sociale e la sostenibilità.

LE INIZIATIVE DEL FESTIVAL

Le iniziative proposte all’interno del festival sono state in tutto quattro:

  • Il Green Movie Film Fest, nato per sensibilizzare sui temi ambientali e per sviluppare una coscienza sociale consapevole dell’importanza della tutela delle risorse naturali e del territorio. Questo evento ha coinvolto la filiera cinematografica in pratiche ecologiche producendo film, documentari e cortometraggi.
  • Il Green Movie Award, per premiare il film/documentario più rappresentativo delle tematiche proposte dal festival, grazie a una giuria composta da esperti del settore.
  • Il Green Movie Contest, destinato ai film-maker, un concorso per produrre un cortometraggio sostenibile oltre che nei contenuti anche nella realizzazione.
  • Il Green Movie Book, una pubblicazione annuale riguardante la storia del cinema sostenibile, in grado di descrivere sia i maggiori festival italiani che le linee guida per una filiera produttiva cinematografica che sia anche eco-sostenibile.

Per maggiori informazioni sull’evento si rimanda al sito ufficiale dell’evento.

  GLI OBIETTIVI DEL GREEN MOVIE FEST

Lo scopo principale dell’evento è stato quello di promuovere la cultura dello sviluppo sostenibile nell’industria cinematografica e incentivare la produzione di opere a impatto zero per l’ambiente e il territorio. Altri obiettivi del festival hanno riguardato la comunicazione con altri attori e stakeholder, come le istituzioni, per promuovere l’adozione di azioni comuni attraverso una maggiore cooperazione (istituendo per esempio premi o delle borse di studio o stimolando la ricerca e la formazione degli operatori del settore); la creazione di un codice artistico green per creare un incontro tra i professionisti del settore e una rete verde tra i festival nazionali e internazionali; stimolare attività di ricerca e formazione e utilizzare il cinema come strumento ad alto impatto comunicativo per educare la società e indurre a una riflessione.

LE PROIEZIONI

Alcuni dei documentari prodotti dall’iniziativa e trasmessi il 30 settembre sono stati La Grande Monnezza (2016) di Chiara Bellini, Ci vuole un fiore (2017) di Vincenzo Notaro e Monte inferno (2016) di Patrizia Santangeli. I registi sono stati presenti alle proiezioni a ingresso gratuito.

Il 29 Ottobre alle ore 17:30, inoltre, ha avuto inizio la seconda edizione del Green Movie Award a Viale de Coubertin 30, nell’Auditorium Arte-Parco della Musica. Sono stati presenti, tra le varie personalità di spicco del settore, anche il Direttore Generale di Roma Lazio Film Commission, Cristina Priarone, e il regista del film Resina, Renzo Carbonera.

 

Arianna Nouri

_____________________

Foto di copertina: di rebel1965 con licenza CCO Creative Commons 

Foto locandina: courtesy Think Green Ecofestival

Video: trailer de La Grande Monnezza dal canale YouTube Morgana Production

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *