Tulipani di Seta Nera presentato alla stampa: tra novità e conferme le prime dichiarazioni sul festival

Tutte le novità su Tulipani di Seta Nera, Festival Internazionale del Film Corto con uno focus sul sociale, arrivato alla sua decima edizione.

Roma- Boscolo Esedra Hotel
Sulla terrazza con vista mozzafiato sui tetti del centro si apre la conferenza stampa della X edizione del Festival Internazionale del Film Corto Tulipani di Seta Nera. La curatrice e ideatrice del festival, Paola Tassoni, fa gli onori di casa, presentando agli ospiti nella sala a bordo piscina i corti finalisti, la giuria e tutta “la famiglia”, piuttosto variegata e composita, del Festival.

Metis Di Meo e Franco Di Mare, noti conduttori Rai, saranno sul palco della Casa del Cinema di Roma, nelle giornate dl 28 e 29 insieme a Cristiano Di Calisto, giovane attore, per presentare i 10 corti selezionati.

Sul palco salirà anche l’attrice Cinzia Leone, presente in conferenza stampa, nota al grande pubblico per la sua grande sensibilità e per l’impegno nel sociale, nonché per la grande delicatezza e per l’ironia nell’affrontare tematiche sensibili come il disagio e le malattie psichiche.

La Giuria è presieduta da Caterina D’Amico, che scherza con i presenti riguardo alla sua fama di “cattiva”, facendo riflettere, però, il pubblico sulla questione della diffusione del corto e della precaria situazione della produzione cinematografica in Italia. La presidente di giuria auspica una sempre maggiore partecipazione di pubblico e di addetti ai lavori a questo Festival.

I giovani film maker sono oggetto dell’intervento di Carlo Brancaleoni, il quale fa notare come sia sempre più frequente che agli esordi della carriera si producano corti non solo come genere, sicuramente più immediato, ma anche come opera preliminare per lo sviluppo successivo di un lungometraggio, una sorta di biglietto da visita per i produttori.

Alla fine della conferenza prende la parola il padrino della manifestazione, Gian Marco Tognazzi, accanto a lui siede la madrina Valeria Milillo. Tognazzi sottolinea le grandi potenziali del corto come veicolo di mediazione nel sociale, sopratutto fra i giovanissimi, lanciando anche la proposta che questi corti possano essere distribuiti e mostrati nelle scuole (sopratutto nelle scuole medie inferiori).

Tutti i relatori sottolineano la qualità e la cura delle opere presentate.

Il cortometraggio più visualizzato tra i 34 selezionati dai Rai Cinema, tutti visibili sulla piattaforma web, vincerà il “Premio Sorriso Rai Cinema Channel“.

Altri riconoscimenti saranno il “Premio Miglior Film Corto” e il “Premio Miglior Sorriso Nascente” per l’opera prima.

Noi di E-go TIMES saremo nella giuria per il “Premio  Sorriso di VariEtà“. Seguiteci numerosi sui nostri social (#tulipanidisetanera)e partecipate alla selezione del vincitore: a ricevere il premio del pubblico sarà il corto con il più alto numero di visualizzazioni.

Pamela Mattana

____

Immagine di copertina di Giacomo Prestigiacomo, courtesy del Festival Tulipani di Seta Nera.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *