L’ AS Roma presenta il bilancio d’impatto alla prestigiosa Università LUISS Guido Carli di Roma

Il 22 di marzo, presso la prestigiosa Università Luiss Guido Carli di Roma, si è tenuta la presentazione del Bilancio d’Impatto della AS Roma, con l’obiettivo di definire una stima economica del ritorno sociale degli investimenti realizzati dalla società capitolina  nella stagione 2015-2017. Alla presenza di un qualificato parterre si sono alternati  il Presidente dell’A.S. Roma James Pallotta, il prof. Giovanni Lo Storto, Direttore Generale della  LUISS, il dott. Fabrizio Sammarco, della AD Italiacamp s.r.l.. e il dott. Mauro Baldissoni, Consigliere d’Amministrazione della AS Roma.  L’evento rappresenta un punto di svolta non solo per il calcio capitolino, ma per tutta la città di Roma, che si vede positivamente coinvolta non solo nel progetto del nascente stadio della A.S. Roma, ma anche nelle prospettive di un generale sviluppo economico. Il calcio sta cambiando e contemporaneamente tutto il mondo che ruota attorno alla pallone, travalicando  il mero aspetto sportivo, per proiettarsi in un’ottica sociale ed economica, ricalcando le orme di quanto già attuato nel calcio spagnolo con l’esempio del Real Madrid.

Il Presidente Pallotta si è mostrato particolarmente sensibile al nascente progetto  affermando che la AS Roma,  non potrà non sentirsi sempre più coinvolta e partecipe nel sociale, esercitando un ruolo attivo nella comunità. E’ con queste premesse che Italiacamp, in collaborazione con la LUISS, ha realizzato il bilancio d’impatto, documento che analizza e sintetizza le più importanti attività che la società AS Roma realizza nella città e sul territorio attraverso tifosi, clienti, fornitori, istituzioni locali e nazionali. Il bilancio d’impatto si è concentrato su 4 quattro grandi aree tematiche rilevanti per la Roma: i giovani e il settore giovanile, il brand e la storia del club, il rapporto con i tifosi e la relazione tra la squadra e la città di Roma. Nell’ottica della innovazione, il prestigioso Ateneo romano, consapevole della valenza del progetto, come sottolineato dal prof. Lo Storto, ha avviato un percorso accademico di approfondimento delle tematiche sulle strategie d’investimento della società AS Roma, quantificabili in 10 -15 milioni di euro nel biennio 2015-2017, al fine di formare professionisti e analisti dotati di competenze specifiche.

Ritornando al bilancio d’impatto, i giovani e il settore giovanile rappresentano il futuro della Società; le scuole, le squadre giovanili sono un importante tassello, se non pietra fondante della cultura societaria e sportiva. Inoltre, le stesse rappresentano per la Società un importante asset economico. Seconda area tematica, il tifoso e il rapporto che con questo ha la Società: dalla sua passione, dal suo coinvolgimento la AS ROMA non può che trarne beneficio ed è per questo che la AS Roma è “attenta” al suo tifoso ed al rapporto con quest’ultimo, improntato sulla correttezza, sull’educazione sportiva e comportamentale, da considerarsi come un valore aggiunto societario. Il tifoso è la AS Roma e la AS Roma è il tifoso, che con il suo sentimento per la squadra e la città valorizza  il brand, il marchio, con questo esaltando il valore sociale della AS Roma. Il tifoso è anche un consumatore e, pertanto, bisogna guardare a lui con rispetto e con stima, offrendo prodotti validi, diversificati, in grado di soddisfare le sue esigenze e la AS ROMA è attenta a questo. Il brand, il marchio sono aspetti non trascurabili della cura dell’immagine ed è per questo che la AS Roma  valorizza la sua storia attraverso la Hall of Fame: la galleria degli indimenticabili campioni della squadra; la galleria è stata costituita nel 2012, con l’intenzione di costruire, di custodire e di rendere accessibile nel tempo la memoria di una élite di atleti che dal 1927 hanno contribuito alla storia, ai successi e al patrimonio affettivo della AS Roma e dei suoi tifosi. L’AS Roma, prima società italiana a costituire una propria Hall of Fame, ha deciso di affidare il voto ogni anno a una commissione diversa di cinque esperti e all’intera tifoseria giallorossa. Dal 2013, ogni anno, fanno il loro ingresso nella Hall of Fame quattro ex giallorossi.

In questa ottica allargata, che spazia oltre il mero rettangolo di gioco, la AS Roma si candida, a giusto titolo, come Ambasciatore della Città Eterna, anche nell’ottica di attirare nuove risorse anche in grado di creare occupazione.

In sintesi, il progetto ha fatto emergere la forza dell’AS Roma come soggetto attivo, in grado di ergersi a modello virtuoso di creazione del valore, come esistente e funzionante nel contesto della Capitale, avvalorando quanto affermato dal dott. Baldissoni: “Roma… emozioni di una comunità”.

Foto di Cristiano Corsini, con licenza CC BY-NC-SA 2.0

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *